Uil Scuola Salerno

Loading News...
Loading News...

Font Size

SCREEN

Layout

Direction

Menu Style

Cpanel

Immissioni in ruolo: le domande dal 28 luglio al 14 agosto

Il 21 luglio in Gazzetta Ufficiale l'avviso relativo alla tempistica e alle modalità di presentazione delle domande per la partecipazione alla fase nazionale
Il 16 luglio si è svolto un incontro tra il Miur, rappresentato dal Direttore generale, dott.ssa Novelli, e le organizzazioni sindacali per una informativa sul piano di immissioni in ruolo straordinario dei docenti.
I rappresentanti del Miur hanno comunicato che, in applicazione di quanto stabilito dalla legge di riforma della scuola, martedì 21 luglio dovrebbe andare in Gazzetta Ufficiale l'avviso relativo alla tempistica e alle modalità di presentazione delle domande per la partecipazione alla fase nazionale delle nomine in ruolo, che prevede 102.734 assunzioni.
Allo stesso scopo, il Miur sta predisponendo un DDG  che, sempre ad avviso dei rappresentanti del Miur, prevederà la possibilità di presentazione delle domande nel periodo che va dal 28 luglio prossimo al 14 agosto (fino alle ore 14,00).

Le domande potranno essere presentate esclusivamente attraverso il sistema POLIS.

Dopo le nomine con le vecchie regole, effettuate  sui posti vacanti e disponibili,  derivanti dal turn-over (fase 0), tutti coloro che aspirano ad una nomina, sia delle GAE, che del concorso  2012, dovranno presentare domanda in TUTTE LE PROVINCIE.
Le operazioni di nomina  saranno effettuate con sequenze successive, prima sul livello provinciale,  successivamente scorrendo la graduatoria nazionale, prima su tutti i posti disponibili e vacanti, poi su quelli del c.d. organico potenziato.
Una vera e propria lotteria che non potrà che indurre ad un contenzioso che si annuncia di notevoli proporzioni. 

Le domande dovranno essere presentate per tutte le province, indipendentemente dalla presenza o meno di posti richiedibili, solo dal personale inserito a pieno titolo nelle GAE e nelle graduatorie del concorso, al fine di completare le immissioni in ruolo sia sui posti di organico sede che su quelli del c.d. organico arricchito.
E' escluso dalle nomine il personale docente già di ruolo.